La cucina e i sapori dei Nebrodi

La cucina e i sapori dei Nebrodi

E' pronta la seconda edizione del libro, ampliato e aggiornato, con novità e con l'inserimento di annotazioni relative anche a quei comuni che fanno parte del Parco dei Nebrodi e che però non appartengono al territorio della Provincia di Messina. Chi fosse interessato alla sua edizione può contattarmi attraverso questo sito.

Si segnala inoltre ai visitatori che possono trovare un utile (e anche necessario) completamento al discorso gastronomico sui sapori e sulla gastronomia dei Nebrodi andando alla pagina che tratta delle erbe e dei frutti spontanei utilizzati in cucina sul sito piantespontaneeincucina.info, che fa riferimento anche alle vallate dei Nebrodi e a quella del Timeto in particolare.

Gastronomia regionale, prodotti tipici e specialità culinarie solleticano ormai a ogni occasione il nostro interesse e la nostra curiosità (e magari oltre le nostre conoscenze accrescono il nostro giro vita). Vista tanta abbondanza, forse non si sentiva la mancanza di un'altra pubblicazione, ma visto che siete arrivati fin qui potreste anche mostrare dell'interesse. Non è necessario che siate esperti dell'assaggio o cultori dell'evento gastronomico: basterà la curiosità di osservare sotto quel particolare aspetto che è la tradizione culinaria l'area dei Nebrodi, regione a sé della più ampia regione siciliana. Se poi per diletto amate conoscere nuove ricette per provarle, troverete anche quelle. Io e mia moglie non siamo certo "del mestiere", ma ci è piaciuto seguire un'idea. Del resto non potevamo all'improvviso scrivere di cucina e di gastronomia con la pretesa di dispensare consigli e insegnamenti: non si improvvisa mai una nuova attività , e tanto meno, se si è abituati a fare tutt'altro nella vita, si possono offrire esempi di arte culinaria con la pretesa di farlo professionalmente. Però abbiamo provato a farlo per gioco, e siccome ci siamo appassionati e divertiti, abbiamo cercato di farlo bene: sarà poi il lettore a giudicare se ci siamo riusciti.
Grazie a questa "libertà " abbiamo potuto provare a sviluppare un percorso senza la necessità di seguire sempre gli esempi già mille volte impiegati. Abbiamo messo insieme spunti e ispirazioni di assai diversa natura. In primo luogo hanno agito la memoria e le radici, ma si è rivelato di grande utilità il desiderio di poter riproporre nelle nebbie padane, o altrove, pietanze apprezzate un mese l'anno, che hanno il sapore del sole e che fanno venire voglia di vacanza. Decisivo comunque, non solo per convincerci a dedicare un po' del nostro tempo a questo lavoro, ma anche per la sua organizzazione, è stato però il piacere che entrambi proviamo da tempo a seguire rassegne gastronomiche, celebrazioni del gusto, sagre, feste dell'appetito, ecc. Non arriviamo a esagerate celebrazioni del culto della tipicità , come pure si vede talvolta fare in giro per scopi inconfessati, ma conserviamo sempre intatto il (necessario) desiderio di uscire di casa pregustando un qualcosa che non abbiamo mai assaggiato prima.